EMIT Feltrinelli

EMIT Feltrinelli al Digital4Her 2018

Continua l’impegno di EMIT Feltrinelli per avvicinare il genere femminile alle professioni digitali. Dopo l’esperienza di STEM in the city tenutasi in aprile in collaborazione con il Comune di Milano il 19 giugno abbiamo partecipato all’evento Digital4Her (getting more woman into the digital sector), organizzato dalla Commissione Europea a Bruxelles e presieduto da Mariya Gabriel (commissario per l’economia e la società digitale).

L’evento apre il dibattito sulla promozione e la partecipazione delle donne nel settore tecnologico, come mezzo per stimolare l’economia e diminuire il gap di genere all’interno della società; incentrandosi sulla costruzione di misure concrete per garantire l’uguaglianza di genere nel settore digitale.

La giornata ha visto riuniti imprenditori, accademici e rappresentanti dell’industria digitale e del settore pubblico provenienti dagli stati membri dell’Unione Europea.

Gli obiettivi di Digtal4Her sono:

  • promuovere le competenze digitali e gli studi scientifici, tecnologici, ingegneristici e matematici tra le studentesse (STEMA)
  • costruire una rete e ottimizzare le opportunità per le imprenditrici
  • combattere gli stereotipi di genere nel comparto media

Durante la giornate si sono avvicendati numerosi interventi tra i quali ricordiamo:

  • Sue Black: che con il progetto TechMums aiuta le madri, le loro famiglie e le comunità nella gestione della loro vita e del loro lavoro tramite il digitale
  • Lie Junius: direttore per le politiche pubbliche e le relazioni governative dell’UE di Google ci ricorda con l’espressione “no silver bullet”, come non esista un’unica soluzione da mettere in atto e come tutti gli attori coinvolti debbano continuare a mettere in gioco le proprie energie in un sistema olistico di strade e soluzioni implementabili per il raggiungimento degli obiettivi di ugualianza che ci siamo posti
  • Malavika Vivek: di Women Tech Exchange e girls make app, due progetti in cui è impegnata nella formazione digitale di giovani donne per aiutarle a intraprendere delle carriere digitali
  • Ada Solomon: film producer e presidente dello European women’s audiovisual network che ha portato l’attenzione sulla necessità di allenarsi per evitare di sviluppare dei pregiudizi inconsci; ricordando l’importanza di un’assistenza per l’infanzia flessibile e funzionale e infine sostenendo l’importanza della costruzione di network mentoring based

Si evidenzia la necessità di creare degli esempi femminili da seguire in un comparto, quello tecnologico, che da sempre vede una maggiore occupazione da parte degli uomini e di rendere l’acquisizione delle competenze tecnologiche accessibile e efficace anche le donne.

Chiudono la giornata rimarcando il loro impegno Mariya Gabriel e Evelyne Gebhardt (vice presidente del parlamento europeo) che ci ricordano il profondo impegno delle istituzioni che rappresentano per la riduzione del gap di genere nel comparto tecnologico e non solo.

Come risultato della giornata di discussione siamo felici di continuare a supportare delle politiche inclusive e di conseguenza EMIT Feltrinelli ha deciso di aderire al progetto European Network for Women in Digital che mira a promuovere una maggiore partecipazione femminile agli studi e alle carriere digitali in tutta l’UE.

3 gli obiettivi siglati:

  • combattere gli stereotipi di genere e promuovere il ruolo femminile in campo digitale
  • fornire alle donne di tutte le età le skills digitali e di incoraggiarle a intraprendere studi e carriere in ambito STEM
  • colmare la diversità di genere del settore IT e aumentare la partecipazione delle donne negli studi e nelle carriere digitali aumentandone la partecipazione ai livelli socetari più alti